Condividi questo post

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Scopriamo insieme, con questo articolo, come dare nuova vita attraverso ristrutturazione ai locali commerciali.

Ristrutturazione ai locali commerciali

Le ristrutturazioni ai locali commerciali consentono di ottenere maggiore funzionalità, un miglioramento estetico ed efficienza anche dal punto di vista tecnologico. Aspetti, questi, che migliorano la sosta dei clienti e anche del personale. Per questo motivo gli esercizi commerciali devono essere progettati tenendo conto di molteplici fattori.

Ristrutturazione negozi e ristoranti: efficienza e tempi certi

Le ristrutturazioni prodotte su locali commerciali devono rispettare questi due criteri: efficienza e certezza di tempi. Per questo motivo è necessario che ci sia una coordinazione ottimizzata dei lavori da parte di chi esegue gli interventi di restyling. Altro aspetto da non sottovalutare è il rispetto del budget a disposizione. I lavori, pertanto, dovranno essere organizzati evitando la sospensione totale dell’esercizio commerciale o, comunque, una sospensione temporanea ridotta.

Ristrutturazione ristoranti e locali commerciali

Dall’analisi preliminare alla progettazione, dalla scelta dei materiali alla realizzazione delle opere, dalle pratiche amministrative alla consegna chiavi in mano, ogni fase della ristrutturazione deve essere eseguita a regola d’arte. Infatti, lo svolgimento puntuale e senza imprevisti di ognuno di questi passaggi garantisce un risultato ottimale, evitando inutili sprechi di tempo e denaro. Alla rilevazione delle misure segue un progetto con rendering, il quale mostra nel dettaglio quale sarà l’aspetto del locale una volta terminati gli interventi. Una volta approvato il piano di lavoro, cominciano gli step esecutivi – variabili a seconda del tipo di ristrutturazione richiesta – ma che in generale comprendono:

  • Lavori in muratura: demolizioni, interventi su strutture portanti e pareti esterne, rimozione o creazione di pareti e tramezzi interni in cartongesso o muratura, abbassamento di soffitti, realizzazione di vani, ripostigli, soppalchi e canalizzazioni;
  • Soluzioni impiantistiche adeguate all’uso pubblico: creazione ed installazione di impianti termici ed idraulici, impianti elettrici e di illuminazione, impianti per il riscaldamento o il raffrescamento degli ambienti, impianti di areazione o di ottimizzazione acustica (che permettono di evitare echi e riverberi fastidiosi);
  • Elementi di interior design: controsoffitti dinamici, decorazioni, pavimenti e rivestimenti.

Esercizi commerciali, bar e ristoranti sono sottoposti a vincoli legali precisi per lo svolgimento delle proprie attività. Per questo le ristrutturazioni commerciali non possono prescindere da un’esecuzione dei lavori che sia in completa e rigorosa aderenza alle norme igienico-sanitarie e di sicurezza stabilite dallo Stato Italiano, dalle Aziende Sanitarie Territoriali e dalle ordinanze emesse da ogni Comune.  

Ristrutturazioni edilizie per locali commerciali: il Bonus Ristrutturazioni

Anche nel caso di ristrutturazioni edilizie per locali commerciali prevede l’accesso al Bonus Ristrutturazioni 2021 Dal punto di vista fiscale è possibile recuperare il 50% delle spese sostenute per i lavori eseguiti, anche tramite misure quali cessione del credito e sconto in fattura. Possono usufruire delle detrazioni fiscali previste dal Bonus Ristrutturazioni:

  • i proprietari dell’immobile da ristrutturare;
  • i locatari o gli affittuari;
  • i titolari di un diritto di godimento;
  • i soci di cooperative;
  • gli imprenditori;
  • i soggetti che producono reddito in forma associata.

Potrebbero interessarti anche